Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Crotone, a Monza l’ennesima occasione persa: fotografia di una stagione nera

La buona prestazione è stata ancora una volta offuscata dalla sconfitta: girone di ritorno costellato da partite simili e la discesa negli inferi della C è sempre più probabile

“Dopo la sosta avremo 7 gare per provare a fare il miracolo.” Ci crede ancora l’allenatore rossoblu Francesco Modesto, il quale ha provato a trovare fiducia nel post-gara dello stadio U-Power dopo un’altra sconfitta arrivata nel finale.

E d’altronde è il suo mestiere: continuare a lavorare ed a crederci almeno fino a quando la matematica non condannerà gli squali alla retrocessione, e nonostante le tante, troppe avversità.

Si perché la gara di Monza è stata ancora l’emblema di una stagione davvero strana per il Crotone. Ancora una volta, infatti, i pitagorici non hanno demeritato, tenendo bene il campo e giocando alla pari con una squadra sulla carta molto superiore. Il risultato però, è in questo sport l’unica cosa che conta ed è stato ancora una volta negativo peggiorando il rendimento in trasferta dove su 16 gare sono arrivate ben 13 sconfitte e 3 pareggi, contro nessun successo.

Andando a ritroso ad analizzare le prestazioni offerte in trasferta, in molti casi i pitagorici avrebbero meritato di più(Ascoli, Terni, Frosinone) e se fossero riusciti ad ottenere anche 3-4 punti in più, adesso sarebbero in corsa anche perché le dirette concorrenti – eccezion fatta per il Vicenza – non stanno attraversando momenti migliori. Discorso simile per alcune gara casalinghe nelle quali la vittoria non è arrivata per un soffio, Cittadella e Alessandria su tutte. Insomma, nonostante tutto, con un pizzico di abnegazione e fortuna in più, la compagine calabrese sarebbe potuta essere in piena corsa salvezza.

Recriminare adesso non serve a nulla ed aggiungiamo che – comunque – la squadra ha mostrato dei grandi limiti sotto tutti i punti di vista, soprattutto nel girone di ritorno quando ha praticamente iniziato un altro campionato con altri giocatori dato il mercato di rivoluzione voluto da Modesto e società.

Limiti caratteriali, di gestione, di personalità, a nostro avviso di tecnico e calciatori, nessuno escluso. Limiti che hanno portato ad una situazione calcisticamente tragica, e che stanno offuscando quel poco di buono che la squadra ora sta proponendo. Certo è ancora presto per emettere sentenze finali ma, a 7 turni dal termine, la retrocessione appare ormai cosa fatta.

A Modesto e company il compito di sovvertire i pronostici.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.