Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Crotone, Lerda detta subito la linea: “La parola d’ordine è umiltà”

L’allenatore ha parlato in conferenza stampa: “Siamo la Juventus della Serie C: tutti vorranno fermarci. Ma abbiamo l’esperienza per gestire una situazione del genere”

Il ritorno di Franco Lerda. Rieccolo a Crotone 12 anni dopo. “Capisco l’amarezza, capisco che il momento non è dei migliori. Però questa società, questa famiglia ha fatto passi da gigante. Dalla sala stampa allo stadio fino al centro sportivo. Signori, questa è tutta un’altra storia rispetto a quando ho lasciato il Crotone. Ma adesso dobbiamo tutto fare un passo indietro, per poi farne due in avanti. La realtà del Crotone oggi si chiama Serie C. Serve un bagno di umiltà da parte di tutti. Che così come nella vita aiuta sempre”.

L’allenatore rossoblù è bello carico, voglioso di ricominciare da dove era partita la sua carriera. “Questa è la piazza da cui poi sono arrivato a traguardi importanti. Nel corso degli anni poi la mia carriera è stata altalenante ma consentitemi di ringraziare il direttore generale Raffaele Vrenna per avermi dato questa possibilità. Torno con motivazioni alle stelle, accompagnate con un bel carico di umiltà”.

Un campionato non facile quello di Serie C, lo sa bene Lerda. “Chiaramente incontreremo delle difficoltà. Dalle dimensioni di alcuni stadi, al terreno in sintetico. Ma anche il modo come ci affronteranno gli avversari. Diciamola tutta: noi siamo la Juventus della Serie C. Il Crotone è reduce da anni in Serie A e Serie B. Per cui tutti contro di noi faranno l’impossibile per batterci. Ma qui c’è un gruppo di persone con l’esperienza giusta per superare ogni difficoltà. Anche perché sappiamo bene qual è il nostro obiettivo: vincere il campionato”.

Lerda ha anche parlato dell’aspetto tecnico. “Giocheremo con la difesa a quattro, costruiremo la squadra in base a questa idea di partenza. E faremo una squadra forte, anche se con il mercato aperto fino a inizio settembre molte cose potranno cambiare all’ultimo istante. Qui vogliamo calciatori che sposino il progetto Crotone. In questo organico ci sono calciatori che rappresentavano già un lusso per la Serie B, figuriamoci in C. Ma non è il discorso tecnico che dovrà prevalere. Vogliamo gente motivata pronta a calarsi nelle difficoltà della Serie C”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti